Stava attraversando via Nomentana quando un’Audi l’ha centrata in pieno all'altezza di un incrocio

·2 minuto per la lettura
Il Policlinico Umberto I
Il Policlinico Umberto I

A Roma una 18enne è stata investita da un’auto, è grave al Policlinico Umberto I della Capitale dopo che un’Audi A1 l’aveva centrata in pieno nella tarda serata di ieri, 30 aprile. Secondo la ricostruzione dell’accaduto ad opera degli agenti dei commissariati di polizia di Montemario e Parioli e dei colleghi della Polizia locale di Roma Capitale, la ragazza è stata centrata da una vettura tedesca con a bordo un 40enne. L’investimento si è verificato nello specifico all’incrocio fra via Nomentana e via di Sant’Agnese.

A Roma 18enne investita da un’auto, il conducente si è fermato

Il conducente dell’auto investitrice si è fermato a prestare soccorso alla vittima ed è stato egli stessi condotto in ospedale per gli accertamenti del caso, fra i quali non solo le visite di riscontro di eventuali traumi, ma anche le verifiche con i test per droga ed alcol. Sull’esito di questi ultimi non ci sono ancora notizie ufficiali, ma la condotta corretta dell’investitore lascerebbe presagire che almeno questo aspetto della vicenda possa essere cassato. Non ci sono invece notizie circa un suo eventuale uso del cellulare alla guida poco prima dell’impatto.

A Roma 18enne investita da un’auto, è in gravi condizioni

La ragazza è apparsa subito in gravi condizioni e i soccorritori del 118 l’hanno trasportata in codice rosso al Policlinico Umberto I della Capitale. La giovane pare abiti proprio nei presso del luogo dell’incidente e, a contare l’ora del sinistro, poco prima delle 22.00, pare stesse facendo ritorno a casa in ottemperanza al coprifuoco.

A Roma 18enne investita da un’auto, gli amici illesi

Con lei pare ci fossero alcuni amici rimasti fortunatamente illesi o non coinvolti affatto dall’urto con la vettura investitrice. Sul fronte delle indagini saranno decisive le immagini raccolte dalle telecamere di sicurezza dell’incrocio. Gli inquirenti dovranno capire in buona sostanza se la ragazza stesse attraversando l’incrocio sulle strisce pedonali e con semaforo eventualmente verde. Ad ogni modo ed allo stato dell’arte sull’indagine in corso non c’è alcun elemento che rimandi ad azioni avventate da parte della vittima, azioni censite in altri casi trattati dalle cronache rcenti, cronache proprio capitoline e che avevano scoperchiato il tradico Vaso di Pandora delle sfide fra giovanissimi. La ragazza stava semplicemente cercando di tornare a casa sua secondo dinamiche da chiarire ma pare assolutamente “canoniche”.