Stava tornando dalla partita della sua “Dea” quando la sua auto ha centrato un’altra vettura

·1 minuto per la lettura
Diego Simonetti
Diego Simonetti

Schianto frontale a Gallignano, in provincia di Cremona, un terribile incidente in cui morto a 27 anni Diego Simonetti, super tifoso dell’Atalanta. Secondo quanto ricostruito dai media sabato 30 ottobre il giovane stava tornando proprio dalla partita appena disputata dalla sua “Dea” contro la Lazio quando, in località Soncino lungo la statale 498 la sua auto ha centrato un’altra vettura.

Schianto frontale nel Cremonese, morto Diego, grande supporter della “Dea”

Per Diego, giovane operaio di Casalmorano, purtroppo non c’è stato nulla da fare, quello schianto violentissimo non gli ha lasciato scampo. Sulla dinamica del sinistro ci sono ancora elementi pochi chiari. I rilievi sono stati effettuati dalle forze dell’ordine che hanno allertato il magistrato di turno.

Morto Diego in uno schianto frontale: due vetture si scontrano di sera e il giovane ha la peggio

L’incidente è avvenuto intorno alle 19.00 di sera e parrebbe che a fare invasione di corsia sia stata proprio la vettura guidata dalla vittima, ma sono tutti elementi congetturali che non hanno ancora dignità di notizia ufficiale con fonte primaria. Il dato certo, certo e tragico, è solo quello relativo all’esito del sinistro.

Diego morto sul colpo nello schianto frontale a Soncino: un 29enne è finito in ospedale ma è fuori pericolo

Diego è morto praticamente sul colpo mentre il conducente dell’altra vettura coinvolta, un 29enne, ha riportato ferite codificate con triage giallo in ospedale a Crema. La morte del 27enne tifoso dell’Atalanta ed amante del calcio ha sconvolto i suoi amici e i tifosi dell’Atalanta: su Facebook è comparso un messaggio che quegli addii li vale tutti: “Non è un addio ma un arrivederci”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli