Stazioni nel caos dopo l'incidente a Roma

Treno deragliato
Treno deragliato

Dopo l’incidente ferroviario avvenuto a Roma il 3 giugno 2022, le stazioni sono ancora nel completo caos, tra ritardi e sospensioni. Il rientro dal ponte per molte persone sembra essere a rischio.

L’incidente ferroviario a Roma

Dopo l’incidente ferroviario avvenuto nella galleria Serenissima il 3 giugno 2022 i disagi a Roma continuano. Ci sono ore di ritardi, treni che non si fermano e convogli cancellati. Sono passati due giorni da quando il treno Frecciarossa 9311 della linea Torino-Napoli è rimasto coinvolto in un incidente a Roma. Il veicolo, che era partito alle 8.30, era arrivato a Termini alle 12.59 e avrebbe dovuto raggiungere Napoli alle 15.03. All’altezza della stazione di Roma Prenestina, però, l’ultima carrozza è uscita dai binari. Il servizio è stato sospeso con il forte affollamento alla stazione di Napoli Centrali di tutti i passeggeri in attesa dei treni in ritardo.

Le stazioni sono ancora nel caos

Dopo due giorni dall’incidente la situazione è ancora molto complicata e il rientro dal ponte del 2 giugno potrebbe essere a rischio per molte persone. I disagi nelle ultime ore hanno riguardato soprattutto le linee dell’Alta Velocità Roma-Napoli e Roma-Pescara. “Nei prossimi giorni i treni Alta Velocità saranno instradati sui percorsi alternativi delle linee convenzionali Roma Napoli via Cassino e via Formia, con tempi di percorrenza maggiori, rispettivamente di 90 e di 60 minuti” ha informato Trenitalia. Per quanto riguarda Termini alcuni treni Alta Velocità instradati sul percorso alternativo via Formia si fermeranno a Roma Tiburtina invece che alla stazione centrale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli