Stefano Boeri volontario alla mensa dei poveri per un giorno

Stefano Boeri volontario alla mensa dei poveri per un giorno

Roma, 25 nov. (askanews) – Stefano Boeri, architetto milanese e Presidente di Triennale Milano, ha vestito i panni del volontario alla Mensa dei Poveri di Opera San Francesco (OSF), nell’ambito del progetto ideato per celebrare il 60esimo anniversario di OSF.

Il “padre” del Bosco verticale ha risposto con entusiasmo all’invito di Opera San Francesco, visitando il Servizio accoglienza, le docce e il guardaroba di OSF per poi indossare grembiule, cuffia e badge e diventare a tutti gli effetti un “Volontario all’Opera per un giorno”.

Accompagnato per tutta la visita da fra Marcello Longhi, Presidente di Opera, Boeri ha visto in prima persona gli spazi dedicati agli ospiti di Osf, conosciuto i volontari che vi lavorano, appreso le procedure necessarie per garantire ogni giorno, concretamente, aiuto a migliaia di persone. “Poco si capisce di quanto si riceve dando, questo è forse l’insegnamento più forte di un’esperienza come questa, però c’è un arricchimento nel sentirsi generosi che è abbastanza incredibile. C’è davvero un’osmosi tra chi riceve e chi dà, questo è unico”, ha commentato il volontario Boeri. “Opera San Francesco è una scuola per imparare che la generosità regala ricchezza”, ha sottolineato.

Opera San Francesco è infatti da 60 anni a Milano un punto di riferimento per chi si trova in una situazione di difficoltà e disagio, e per celebrare l’importante anniversario che cade nel 2019 ha pensato di coinvolgere alcuni volti noti della città, tra cui, appunto, l’architetto Boeri.

Opera San Francesco per i Poveri solo nell’ultimo anno ha distribuito 712.300 pasti, 57.520 ingressi alle docce, 9.130 cambi d’abito e 36.300 visite mediche.