Stefano Parisi lancia piano per ricostruire Roma e il Lazio

Bet

Roma, 25 giu. (askanews) - "La Regione Lazio e la città di Roma sono state colpite dal lockdown in un momento di estrema debolezza economica, sociale, istituzionale. Il crollo del PIL previsto a livello nazionale (-12,8% secondo il FMI) pu avere effetti devastanti nella nostra regione". Cos Stefano Parisi, promotore di "Ricostruire", ha presentato in conferenza stampa il piano di rilancio della Regione Lazio, e della citt di Roma, "Ricostruire Roma e il Lazio: le risorse Ue per lo sviluppo e la competitivit del territorio".

"Investimenti gi finanziati e mai realizzati, denaro che deriva dai recenti provvedimenti del Governo, oltre alle molte risorse che possono arrivare alla Regione dall'UE (Next Generation UE, MES e riprogrammazione dei Fondi UE), rappresentano un'opportunit irripetibile per frenare il tracollo del PIL e accelerare la ripresa".

"Il Presidente Nicola Zingaretti - ha sottolineato Parisi - ha presentato alla Stampa Ripartire Veloci: la riproposizione dei vecchi progetti di manutenzione e Nuovi interventi per una sanit migliore: azioni di ammodernamento della rete ospedaliera e delle tecnologie senza una seria programmazione e senza una finalit di risanamento. Quegli interventi possono generare al massimo l'occupazione necessaria al cantiere, ma non cambiano il profilo competitivo della Regione, n le carenze strutturali del sistema sanitario. Anche la riprogrammazione dei fondi UE rischia di fare la stessa fine. E' il momento di "ricostruire" su basi nuove l'ambiente economico e sociale della nostra Regione".

"L'organizzazione del sistema sanitario, la realizzazione e l'ammodernamento delle infrastrutture, e la gestione dei rifiuti - ha concluso - sono i grandi temi che possono cambiare il profilo competitivo della Regione Lazio, ma oggi si scontrano con i veti ideologici della sinistra e del Movimento 5 Stelle". (segue)