Stefano Venturi (Presidente e Amministratore Delegato di Hewlett Packard Enterprise Italia): puntiamo al 50% di donne in azienda per garantire team bilanciati e progettare il futuro

Siamo entrati in una nuova era: quella della data driven society. Devices e sensori pervadono le nostre vite: siamo dunque portatori e produttori di una massa enorme di dati. Aziende, organizzazioni ed enti governativi, devono saperli gestire al fine di trarne valore, offrire servizi, produrre innovazione. Per fare ciò, servono tecnologie -dai server ai sistemi di intelligenza artificiale Hewlett Packard Enterprise Italia è leader- ma soprattutto persone con competenze e cultura digitale che sappiano leggere questa ricca massa di informazioni. Giovani o meno giovani, ma sempre con spirito di curiosità, inventiva e predisposizione al dubbio, al fine di porsi le giuste domande e indirizzare efficacemente ogni processo di ricerca. Hewlett Packard forma le proprie persone in questo senso con percorsi dedicati sia in azienda che fuori. Ogni trimestre apriamo nuove posizioni rivolte ai giovani con grande attenzione alla diversità di genere: attualmente contiamo su una componente femminile al 30% ma vogliamo arrivare al 50%, perchè con team maggiormente bilanciati è possibile elevare la capacità di ragionamento per progettare il futuro. Lo ha dichiarato Stefano Venturi, Presidente e Amministratore Delegato di Hewlett Packard Enterprise Italia, in occasione di Rock Your Mind, primo rock festival dedicato al mondo STEM organizzato da Employerland Srl. L’iniziativa -in cui centinaia di studenti e neo-laureati STEM hanno potuto incontrare aziende “top employer” per sessioni one to one di orientamento e reciproca valutazione- si è tenuta a Milano giovedì 18 novembre presso Cariplo Factory.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli