Steroli vegetali: l’alleato contro il colesterolo

pexels marta branco 1295572
pexels marta branco 1295572

L’ipercolesterolemia è una condizione sempre più diffusa anche in Italia. Secondo i dati pubblicati dall’ISS (Istituto Superiore di Sanità) infatti, prendendo come campione persone adulte di età compresa tra i 35 ed i 74 anni, il 21% degli uomini ed il 23% delle donne hanno livelli di colesterolo troppo altri nel sangue. Molti altri italiani si trovano invece in una condizione borderline, dunque potrebbero andare incontro ad ipercolesterolemia nel breve periodo in assenza di un intervento opportuno. La situazione generale diventa ancora più preoccupante se si osservano i dati relativi alla popolazione anziana.

Il quadro attuale dunque non è di certo rassicurante, ma l’ipercolesterolemia è una condizione che si può prevenire e contrastare. L’alimentazione svolge un ruolo importante e gli alimenti a base di steroli vegetali per colesterolo rappresentano oggi un vero e proprio alleato.

Colesterolo alto: perché è importante non sottovalutarlo

È bene precisare, innanzitutto, che quando si parla di ipercolesterolemia si fa riferimento a livelli eccessivi di colesterolo LDL, cosiddetto “cattivo”, che possono mettere in pericolo la salute: se supera determinate soglie tende ad accumularsi sulle pareti dei vasi sanguigni, concorrendo alla formazione di placche aterosclerotiche. Per farla semplice, il colesterolo cattivo in eccesso può ostruire i vasi e compromettere di conseguenza la normale circolazione sanguigna. Le conseguenze di tutto ciò possono essere anche molto gravi: dall’infarto all’ictus.

Il ruolo degli steroli vegetali nella lotta al colesterolo alto

Gli steroli vegetali sono sostanze naturali alleati di coloro che soffrono di ipercolesterolemia, in quanto se assunte in quantità sufficienti sono in grado di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue. Sono un valido aiuto e meritano di essere conosciuti. Vediamo dunque nel dettaglio come assumere quantità sufficienti di steroli e come essere certi di ottenere il corretto apporto giornaliero di tali sostanze.

Steroli vegetali; quantità consigliata e fonti

Gli steroli vegetali sono presenti in quantità minime in alimenti e in modo particolare nella frutta secca (soprattutto pistacchi e noci), nell’olio di semi, nel germe di grano e nelle verdure appartenenti alla famiglia dei broccoli. Purtroppo però è davvero difficile riuscire ad assumere sufficienti quantitativi di steroli vegetali senza ricorrere a prodotti addizionati come Danacol ad esempio.

Secondo l’EFSA infatti, sono necessari dai 1,5 ai 3 grammi al giorno di steroli vegetali per beneficiare del loro effetto ipocolesterolemizzante e dunque abbassare i livelli di colesterolo nel sangue. Anche seguendo una dieta particolarmente attenta, sarebbe impossibile assumere tali quantitativi e le bevande addizionate con steroli vegetali vengono in aiuto. Lo scopo principale è quello di fornire la quantità consigliata di steroli massimizzare l’efficacia di queste sostanze naturali, che sono utili davvero preziose per chi soffre di colesterolo alto e possono fare una grande differenza anche in termini di prevenzione.

Le bevande a base di steroli vegetali rappresentano un vero e proprio alleato dunque, non solo contro l’ipercolesterolemia ma anche contro il rischio cardiovascolare.