Stone, ex consigliere di Trump, condannato per falsa testimonianza e intralcio alla giustizia

Cecilia Scaldaferri

Roger Stone, storico amico e consigliere del presidente americano Donald Trump, è stato riconosciuto colpevole di falsa testimonianza e intralcio alla giustizia da una giuria federale a Washington. Il verdetto è arrivato dopo due giorni di consultazioni della giuria ed è probabile che porti il 67enne in carcere, anche se è la sua prima condanna.

Stone è stato arrestato lo scorso 25 gennaio con l'accusa di aver intralciato la giustizia, mentito alla commissione Intelligence della Camera e di aver incitato altri testimoni a farlo perché la verità su alcuni particolari della campagna presidenziale del 2016 avrebbe messo in cattiva luce il tycoon.

So they now convict Roger Stone of lying and want to jail him for many years to come. Well, what about Crooked Hillary, Comey, Strzok, Page, McCabe, Brennan, Clapper, Shifty Schiff, Ohr & Nellie, Steele & all of the others, including even Mueller himself? Didn't they lie?....

— Donald J. Trump (@realDonaldTrump) November 15, 2019

L'inquilino della Casa Bianca ha affidato al suo profilo Twitter il commento della vicenda: "Quindi ora condannano Roger Stone per aver mentito e vogliono imprigionarlo per molti anni. Bene, e che dire della Corrotta Hillary, Comey, Strzok, Page, McCabe, Brennan, Clapper, Shifty Schiff, Ohr & Nellie, Steele e tutti gli altri, incluso lo stesso Mueller? Non hanno mentito? Due pesi e due misure come non si e' mai visto nella storia del nostro Paese?".