Stop al Ddl Zan: passa la "tagliola" con voto segreto

·2 minuto per la lettura
Stop al Ddl Zan: passa la
Stop al Ddl Zan: passa la "tagliola" con voto segreto (Photo by Massimo Di Vita/Archivio Massimo Di Vita/Mondadori Portfolio via Getty Images)

Stop al Ddl Zan: l'Aula del Senato ha infatti votato a favore della cosiddetta 'tagliola', chiesta da Lega e FdI. Salta così l'esame degli articoli ed emendamenti del ddl Zan, per cui l'iter si blocca.

LEGGI ANCHE - Fedez: "Ddl Zan oggi affossato al Senato, bravi tutti"

A favore 154 senatori, 131 i contrari e due astenuti. La votazione, avvenuta a scrutinio segreto, è stata accolta da un applauso. Il disegno di legge contro l'omotransfobia era stato approvato dalla Camera il 4 novembre 2020.

GUARDA ANCHE - Legge sull'omotransfobia, ecco cosa c'è nel DDL Zan

Con lo stop al ddl Zan oggi al Senato è stata "sconfitta l’arroganza di Letta e dei 5Stelle: hanno detto di no a tutte le proposte di mediazione, comprese quelle formulate dal Santo Padre, dalle associazioni e da molte famiglie, e hanno affossato il ddl Zan. Ora ripartiamo dalla proposte della Lega: combattere le discriminazioni lasciando fuori i bambini, la libertà di educazione, la teoria gender e i reati di opinione". Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini.

La presidente Elisabetta Casellati aveva motivato in Aula al Senato la decisione di accogliere la richiesta di voto a scrutinio segreto sulla cosiddetta tagliola che prevede il non passaggio agli articoli al ddl Zan: "La mia decisione, per quanto legittimo contestare, perché si tratta di interpretazione, ha delle solide fondamenta di carattere giuridico. Io sono stata chiamata esclusivamente a giudicare sulla votazione segreta - ha spegato - che è una questione puramente giuridica, infatti ho citato il regolamento e i precedenti che mi hanno indotto alla concessione del voto a scrutinio segreto".

GUARDA ANCHE - Ddl Zan, 62% degli italiani approva il disegno di legge

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli