Stop alle corride a Città del Messico

(Adnkronos) - Nella più grande arena da corrida del mondo, a Città del Messico, non ci saranno più spettacoli. Dopo un’ingiunzione promossa dall’associazione civile Just Justice, che ritiene che il trattamento dei tori violi i diritti animali, il giudice federale Jonathan Bass ha concesso la sospensione definitiva. La società Tauro Plaza México, che gestisce l’arena, e il governo di Città del Messico hanno ora dieci giorni per impugnare la decisione davanti a un tribunale collegiale. Ma durante il processo le attività restano comunque bloccate.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli