Stop impianto Colleferro, in crisi la raccolta dei rifiuti a Roma

Gtu

Roma, 20 nov. (askanews) - Nuovo stop ai conferimenti dei rifiuti della capitale all'impianto di Lazio Ambiente a Colleferro, e a Roma "duemila tonnellate al giorno di rifiuti indifferenziati non potranno essere raccolti": avverte Ama. La municipalizzata capitolina ha informato le autorità competenti e chiesto che sia individuato un sito alternativo. Dietro l'angolo una nuova emergenza rifiuti con connessi rischi igienico-sanitari.

L'impianto di Colleferro, gestito da Lazio Ambiente, società della Regione Lazio, è stato chiuso il 9 novembre in seguito alla morte di un operaio travolto da un mezzo mentre lavorava nella discarica.

La discarica è rimasta chiusa nelle giornate di sabato 9 e domenica 10 novembre e poi, per ottemperare alle prescrizioni delle autorità competenti, da giovedì 14 novembre a martedì 19. Oggi ha riaperto ma per poco - fa sapere Ama - perché alle 17.55 è stata comunicata la chiusura, in questi termini: "Disposizione di chiusura della discarica. In merito al sopralluogo effettuato in data odierna dalle autorità giudiziarie, al fine di permettere in piena trasparenza le verifiche richieste, si comunica la chiusura immediata della discarica fino a data da destinarsi".

E - avverte Ama - "la chiusura della discarica, giunta dopo oltre 10 giorni di totale o parziale interruzione del servizio, comporta che circa 2.000 tonnellate al giorno di rifiuti indifferenziati non potranno essere raccolti da Ama per indisponibilità, allo stato, di siti alternativi di conferimento". Quindi la municipalizzata capitolina "ha allertato le autorità competenti al fine di scongiurare il determinarsi di una situazione di emergenza e di eventuale rischio igienico - sanitario, richiedendo l'immediata individuazione di uno o più siti alternativi".