Stop a legge taglio parlamentari, raccolte firme per referendum

Stop a legge taglio parlamentari, raccolte firme per referendum

Roma, 18 dic. (askanews) – Sarà un referendum popolare a decidere sul taglio dei parlamentari. Lo ha annunciato su Twitter il senatore del Pd, Tommaso Nannicini.

“Al Senato abbiamo appena raccolto la 64esima firma per indire un referendum sul taglio dei parlamentari. Così capiremo se arriveranno una buona legge elettorale e i correttivi istituzionali che la maggioranza si è impegnata a introdurre. E l’ultima parola spetterà ai cittadini”, scrive il senatore del Pd.

La 64esima firma è stata di Francesco Giacobbe, esponente del Pd eletto in Australia. E come prevede la carta costituzionale, con un quorum di un quinto del totale dei senatori, la parola passa al popolo. Si blocca così l’iter per l’entrata in vigore della legge fortemente voluta dal Movimento 5 Stelle sul taglio dei parlamentari.

“Se le firme raccolte fra i parlamentari per indire il referendum sulla riforma costituzionale che riduce gli eletti di Camera e Senato saranno sufficienti, il governo non teme conseguenze sulla durata della legislatura”, ha detto il ministro per i Rapporti con il Parlamento e le Riforme, Federico D’Incà (M5S). “I cittadini, se saranno consultati, confermeranno una scelta molto positiva”.

Sul tema è intervenuto anche il leader della Lega, Matteo Salvini: “Sono d’accordo sui referendum in generale. E quando i cittadini confermano o smentiscono una riforma approvata dal Parlamento secondo me è sempre la scelta migliore”.