Stop pagine fake news su Hong Kong, Cina attacca Twitter-Facebook

Mos

Roma, 21 ago. (askanews) - La Cina ha attaccato oggi Facebook e Twitter, dopo che i social network hanno sospeso un migliaio di account perché diffondevano disinformazione di Pechino in merito alle proteste a Hong Kong.

Due giorni fa Twitter ha annunciato il blocco 936 account usati per "seminare discordia politica a Hong Kong". Facebook ha detto di aver rimosso, su segnalazione di Twitter, "sette pagine, tre gruppi e cinque account" che "postavano frequentemente notizie politiche locali e questioni comprese vicende come quelle delle proteste in corsoa Hong Kong".(Segue)