Stop vendita auto diesel e benzina: la proposta della Danimarca

stop vendita auto diesel e benzina

L’ultimo Consiglio dell’Ue sull’ambiente ha avuto come proposta lo stop della vendita di auto con motoria benzina e diesel. A dirlo è stata la Danimarca. Lo scopo è quello di tagliare il più velocemente possibile le emissioni inquinanti dei trasporti stradali.

Dan Jorgensen, il ministro danese per il clima e l’energia, ha proposto di definire un bando su scala europea contro le vendite di tutte le auto a benzina e diesel entro il 2040. In caso di mancato accordo, si pensa già ad una possibile alternativa. L’idea è di consentire ai singoli Stati di bloccare le immatricolazioni di vetture con motori termici a livello nazionale.

Alla proposta, secondo alcune agenzie di stampa, avrebbero aderito una decina di paesi, tra cui anche l’Italia. Al momento però non sono arrivate conferme ufficiali circa tali intese.

Stop vendita auto diesel e benzina

Se fosse confermata tale decisione, partirebbe la corsa ai carburanti alternativi, su tutti l’ettrico. Ma per ottenere un mercato efficace, bisognerebbe aumentare sensibilmente gli investimenti per la produzione di auto elettriche e le reti di colonnine per la ricarica. Inoltre, da risolvere ci sarebbe anche il problema del “carbon leakage” (letteralmente: fuga di carbonio) dovuto alla vendita di auto inquinanti di seconda mano dai Paesi occidentali verso quelli orientali, senza contare l’esportazione dei veicoli in altri continenti, soprattutto in Africa.

Stefano Patuanelli, il ministro italiano dello Sviluppo economico, ha dichiarato che nella prossima Legge di Bilancio ci sarà spazio a nuovi incentivi per la mobilità elettrica. Questa è la prova che qualcosa si sta muovendo.