Storie Maledette, le parole di Sabrina Misseri e Cosima Serrano

“Sarah era la sorella che non ho mai avuto, viveva praticamente da noi. Non aveva un’alta autostima e la portavo con i miei amici perché si lasciasse un po’ andare” (Credits – Facebook)

Ha fatto il boom di pubblico ieri la prima puntata di Storie Maledette, la trasmissione condotta da Franca Leosini e che in questa stagione si occupa del famoso omicidio di Avetrana. Condannate all’ergastolo per l’omicidio della giovane Sarah Scazzi sono state la cugina Sabrina Misseri e sua madre Cosima Serrano. E ieri, nella prima puntata di Storie Maledette, la Leosini si è trovata proprio faccia a faccia con loro.

Un incontro in cui la giornalista ha puntato molto sul sarcasmo e sull’ironia, mentre le due donne condannate per l’omicidio hanno continuato a professarsi innocenti e hanno raccontato un rapporto con Sarah Scazzi ben diverso da quello uscito dall’inchiesta e dal processo. Così, Sabrina parlando di sua cugina dice che “Sarah era la sorella che non ho mai avuto, viveva praticamente da noi. Non aveva un’alta autostima e la portavo con i miei amici perché si lasciasse un po’ andare”.

Parole che conferma anche Cosima, che addirittura si spinge oltre, quasi mostrando una Sarah maniacale nei confronti della zia e della cugina. “La piccola Sarah era molto legata a noi, voleva farsi adottare e portava una mia foto nella borsa dicendo che si trattava di sua madre” le parole della zia della ragazza.

Sabrina, poi, respinge tutte le accuse, dice che “mi hanno dipinta come un serial killer” e punta sul vittimismo, dicendo che “io sapevo cosa aveva passato Sarah alle medie: eravamo state entrambe vittime di bullismo”. La ragazza, però, si agita quando Franca Leosini parla del suo rapporto con Ivano Russo, la cui ossessione secondo gli inquirenti sarebbe all’origine della tragedia. “Lei praticava massaggi a Ivano Russo, ma sembra che a muovere le mani con efficacia felicemente terapeutica fosse anche Ivano Russo su di lei” dice la giornalista, con Sabrina che risponde stizzita “Questo lo dice lei..”. Un confronto che continuerà settimana prossima.