Strage in Afghanistan, continua l’evacuazione da Kabul

·1 minuto per la lettura
featured 1486359
featured 1486359

Roma, 27 ago. (askanews) – Visibilmente commosso, con le bandiere a mezz’asta alle spalle, dalla Casa Bianca il presidente Usa Joe Biden si è rivolto alla nazione parlando dell’attenttato a Kabul, in Afghanistan. “Non perdoneremo e non dimenticheremo, vi daremo la caccia e ve la faremo pagare”. Decine i morti e oltre 150 i feriti, alcuni gravi. Scene di caos fuori dall’ospedale di Kabul. Tra i deceduti anche 13 soldati americani definiti “eroi” da Biden.

Gli attentati sono arrivati poche ore dopo che i governi occidentali avevano avvertito i propri cittadini di stare alla larga dall’aeroporto, a causa di un’imminente minaccia di un attacco da parte della filiale afgana del gruppo dello Stato Islamico. E dopo la strage, l’Isis ha rivendicato l’attentato. Il presidente Biden ha assicurato che il ritiro dal Paese continua. L’intelligence ha messo in guardia sul rischio di altri attentati prima del 31 agosto, ultimo giorno fissato per lasciare l’Afghanistan.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli