Strage Alto Adige, per guidatore tasso alcolemico 4 volte superiore

webinfo@adnkronos.com

di Silvia MancinelliQuando i carabinieri gli hanno fatto un primo test sul posto aveva 2 grammi di alcol per litro di sangue: un tasso alcolemico quattro volte superiore al normale. Il 27enne di Chienes, piccolo comune in provincia di Bolzano, era al volante di una coupé tedesca regolarmente assicurata quando all'1:15 ha travolto una comitiva di turisti tedeschi e una ragazza italiana del posto, uccidendone sei e ferendone gravemente quattro. Le analisi e gli esami delle urine, che gli sono stati fatti in un secondo tempo in ospedale, accerteranno ora se il ragazzo, operaio e incensurato, fosse anche sotto l'effetto di sostanze stupefacenti. 

Si è fermato 150 metri dopo il punto dell'impatto, sulla strada statale 621 della valle Aurina, quando in sei erano ormai riversi sull'asfalto, senza vita per le lesioni troppo gravi riportate. Le vittime, tutte di età compresa tra i 19 e i 22 anni, in Alto Adige per una settimana bianca organizzata da un'agenzia, erano appena scese da un bus navetta che li aveva riportati nell'agriturismo a Lutago dove alloggiavano, dopo una serata trascorsa in un pub discoteca. La navetta avrebbe dovuto impedire loro di mettersi alla guida in stato di ebbrezza e riportarli in albergo in sicurezza: un destino beffardo li ha uccisi una volta a destinazione. I carabinieri, impegnati a ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente, stanno ora tentando di identificare con certezza tutti i giovani coinvolti.