Strage Ardea, commozione e palloncini biancazzurri per David e Daniel

·2 minuto per la lettura

Tutta l’area è stata transennata e appare un lungo striscione con su scritto ‘Ciao Daniel e David che i vostri cuori volino più in alto della follia di questo mondo’. Silenzio e commozione sono stati protagonisti per tutta la celebrazione sia fuori che dentro alla chiesa. Un silenzio rotto, qua e là, solo da qualche singhiozzo: all’arrivo delle piccole bare (su due macchine bianche) e all’interno della chiesa. Insomma una celebrazione composta e "rispettosa" come avevano chiesto i genitori dei due bambini uccisi ad Ardea.

Al termine della messa sono stati letti alcuni messaggi: un compagno di scuola di David ricorda un episodio in classe, poi un’altra lettura: "Sono anch’io una mamma e immagino l’immenso dolore dei genitori. Innanzitutto comincio a chiedere perdono per quello che vi è stato fatto. Domenica 13 giugno siete usciti di casa per andare a giocare, come fanno tutti i bambini del mondo… era una splendida giornata di sole, qualcosa però ha trasformato questa splendida giornata in tragedia e dolore. Personalmente mi sono fatta mille domande, perché i bambini? Perché prendersela con due piccoli indifesi? Perché tanta cattiveria? Non sono riuscita a rispondere a queste domande. Sono solo tanto arrabbiata, delusa, addolorata per questi poveri genitori ai quali sono stati portati via i loro figliuoli. Gesù accolga loro con gioia e serenità tra gli angeli. Daniel - aggiunge con la voce rotta dalle lacrime- spero che anche dal cielo potrai continuare a giocare e coltivare la passione della tua squadra del cuore: la Lazio. Insieme al tuo fratellino David".

Un lungo, interminabile applauso accoglie queste parole commosse. Daniel Fusinato era il portiere dei Pulcini dell'Ostiamare e sembra che la Lazio avesse messo gli occhi su di lui. Bianco e azzurro, i colori della squadra del cuore di Daniel, sono stati infatti scelti per quei palloncini che si sono alzati in alto tra l’azzurro sparato dai fumogeni per l’ultimo saluto. E qualcuno alla fine intona anche l’inno della Lazio: "vola un’aquila nel cielo…".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli