Strage Bologna, Cartabia: c’è ancora bisogno di ascoltare

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Bologna, 2 ago. (askanews) - "Il governo è qui presente per testimoniare la sua vicinanza" e per "testimoniare il bisogno di ascoltare ancora, di ascoltare le vostre voci, il vostro lavoro e le vostre testimonianze per non disperdere quel silenzio indelebile della memoria di chi ha patito gli effetti di quella strage". Lo ha detto il ministro della Giustizia, Marta Cartabia, alla cerimonia per l'anniversario della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980.

"La scelta di esserci nonostante i lavori parlamentari frenetici che pure avrebbero richiesto la mia presenza in Parlamento e dove li raggiungerò appena sarà conclusa conclusa questa importante giornata - ha spiegato Cartabia incontrando nel cortile di Palazzo d'Accursio i parenti delle vittime -, la scelta di essere qui oggi accanto a ciascuno di voi, alle autorità e ai familiari delle vittime, non solo a titolo persone ma in rappresentanza di tutto il governo è per testimoniare il bisogno di ascoltare ancora, di ascoltare le vostre voci, il vostro lavoro e le vostre testimonianze per non disperdere quel silenzio indelebile della memoria di chi ha patito gli effetti di quella strage - le vittime, i familiari la città di Bologna - nella consapevolezza che le schegge di quella bomba ci hanno colpiti tutti".

"Il governo è qui presente - ha aggiunto - per testimoniare la sua vicinanza e per dire una parola che quasi in punta di piedi renda rispettosamente e umilmente omaggio alle 85 vittime e 200 feriti e i familiari che il 2 agosto di 41 anni fa hanno visto le loro esistenze spezzate e travolte da una deflagrazione di violenza vile e insensata".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli