Strage Bologna,Giovanardi: Governo è latitante, stop passerelle

Pol/Tor

Roma, 3 ago. (askanews) - "Dopo 40 anni sono davvero insopportabili le passerelle a Bologna di chi ha il potere di rendere pubbliche le carte e non lo fa, per permettere finalmente a storici, studiosi ed alla opinione pubblica di capire chi davvero in tutti questi anni ha depistato e mistificato la realtà". Lo afferma in una dichiarazione l'ex ministro Carlo Giovanardi.

"Non posso divulgare, per rispetto al Giuramento di fedeltà alla Repubblica che ho prestato come Ministro e Sottosegretario di Stato - afferma- gli agghiaccianti contenuti delle minacce di rappresaglie tra il 1979 e il 1980 che gruppo radicali palestinesi rivolgevano al nostro Governo per non aver rispettato il cosidetto Lodo Moro che consentiva il passaggio indisturbato di armi ed esplosivi sul nostro territorio in cambio della garanzia che non ci sarebbero stati attentati nel nostro paese. Come noto a queste minacce si aggiungevano quelle libiche, per contrastare la firma della Alleanza Italia - Malta che avvenne proprio il 2 agosto 1980. Giovedi scorso a Montecitorio ho nuovamente segnalato le date nelle quali reperire i documenti piu' importanti, purtroppo di nuovo riclassificati Segretissimo dopo che e' stato tolto il segreto di Stato, con pesanti sanzioni penali per chi li divulga".