Strage Bologna, Giuseppe Cossiga: "Mio padre parlava di incidente palestinese"

webinfo@adnkronos.com

"In effetti, mio padre specie nell'ultimo periodo della sua vita sottolineava come a suo avviso la strage alla stazione ferroviaria di Bologna fosse dovuta a un 'incidente' da parte di esponenti palestinesi in transito che trasportavano esplosivo, tenendo conto della situazione dell'epoca; ipotesi che contrastava con le tesi emerse nel processo". Giuseppe Cossiga lo ricorda all'AdnKronos, confermando l'ipotesi avanzata dal padre, Francesco Cossiga, alla luce degli ultimi risvolti legati alla strage di Bologna circa l'esame del Dna su una vittima. 

"Riferisco questo perché l'ho sentito dire più volte, in casa, parlando di un fatto che ha segnato la storia recente del nostro Paese; ma tengo a precisare che non sono un esperto né un cultore della materia e non mi sono mai occupato di quella vicenda, ne ho soltanto letto sui giornali - afferma Giuseppe Cossiga - Posso solo dire che vedo che stanno uscendo fuori cose, di cui io ho sentito parlare mio padre, magari a tavola nell'atmosfera familiare, tanti anni fa. Ma non voglio sposare alcuna tesi, solo confermare i dubbi espressi allora da mio padre".