Strage Bologna, M5s sul blog: desecretare tutti gli atti -2-

Red/Nav
·1 minuto per la lettura

Roma, 2 ago. (askanews) - "Conosciamo i nomi di chi ha depistato le indagini: l'ex agente del Sismi e faccendiere Francesco Pazienza e gli ufficiali del servizio segreto militare Pietro Musumeci e Giuseppe Belmonte. Conosciamo i nomi degli esecutori materiali dell'attentato, i terroristi neofascisti Giusva Fioravanti, Francesca Mambro, Luigi Ciavardini e Gilberto Cavallini, ai quali potrebbe aggiungersi il 'quinto uomo' Paolo Bellini, recentemente inserito nelle indagini". Ma "non conosciamo ancora i nomi dei mandanti occulti, italiani e stranieri, della strage di Bologna. E non li conosceremo mai fino a quando non saranno desecretati tutti gli atti rilevanti, non solo quelli di scarso o nullo rilievo giudiziario resi pubblici finora. Che senso ha il segreto di Stato davanti a una strage del genere dopo quarant'anni? Ci sono forse ancora in gioco interessi da nascondere e proteggere? Il Movimento 5 Stelle chiede di desecretare subito tutti gli atti relativi all'attentato: lo dobbiamo alle famiglie delle vittime e a tutti coloro che hanno difeso la democrazia nel nostro Paese".