Strage di Bologna, per la Lega di Cerea fu opera delle Brigate Rosse

Strage di Bologna, per la Lega di Cerea fu opera delle Brigate Rosse

Un clamoroso errore in poche righe di comunicato, che subito è balzato agli onori delle cronache. Ha suscitato indignazione il post pubblicato su Facebook dalla sezione della Lega di Cerea, in provincia di Verona, per commemorare l’anniversario della strage di Bologna del 2 agosto 1980. Nel post la paternità dell’attentato viene infatti attribuita alle Brigate Rosse, quando in realtà gli esecutori materiale della strage furono membri dei gruppo neofascista dei Nuclei Armati Rivoluzionari.

Strage di Bologna, il post della Lega

leganordcerea

Nel messaggio inizialmente pubblicato, modificato e infine cancellato qualche ora dopo si poteva leggere: “Memoria per non dimenticare. 2 agosto 1980 – 2 agosto 2019. Attentato terroristico delle brigate rosse alla stazione di Bologna. 85 morti ed oltre 200 feriti”.

Frase che ha subito sollevato moti di sdegno da parte degli utenti del web, i quali hanno accusato i militanti della sezione leghista di nascondere la verità storica o semplicemente di essere degli analfabeti funzionali. Tra i commenti visibili sui social se ne possono leggere alcuni come: “La lega nord di Cerea, approfittando dell’ignoranza dei suoi elettori, ha fatto una “bella” operazione di revisionismo storico sulla strage di Bologna. La vergogna, questa sconosciuta”, ma anche: “Da bolognese vi dico : vergognatevi . O provate ad andare in Sicilia a dire che Falcone e Borsellino son saltati in aria per dei difetti dell’impianto gas della loro auto . Fate schifo”.

Per la strage di Bologna del 2 agosto 1980 vennero condannati nel 1995 Francesca Mambro e Valerio Fioravanti, membri del gruppo neofascista dei Nuclei Armati Rivoluzionari. A questi si aggiunse nel 2007 la condanna di Luigi Ciavardini, anch’egli esponente dei Nar e minorenne all’epoca dei fatti. La strage di Bologna fu il più grave attentato terroristico avvenuto in Italia nel secondo dopoguerra ed è considerato come uno degli ultimi capitoli della cosiddetta strategia della tensione.

Le scuse della sezione leghista

In seguito al clamore suscitato dal post sono giunte nella tarda serata del 2 agosto le scuse da parte della sezione leghista di Cerea. In un ulteriore posto su Facebook viene infatti dichiarato: “Abbiamo cancellato il post che ricordava il giorno della strage di Bologna del 2 agosto 1980. A nome del gruppo Lega Nord Cerea ci scusiamo per l’errore in riferimento alle citate brigate rosse come autori della strage. Sono state autrici e fautrici di molte nefandezze e atroci crimini ma non di questo attentato. Un errore non cercato e voluto, visto solo a qualche ora di distanza dalla pubblicazione del post, di cui l’autore si scusa per la leggerezza e inspiegabile disattenzione”.