Strage di Corinaldo, Sfera Ebbasta incontrò Ugo Di Puorto

strage corinaldo sfera ebbasta

Gionata Boscetti, in arte Sfera Ebbasta, incontrò uno della banda di ragazzi responsabile della Strage di Corinaldo avvenuta nella notte tra il 7 e l’8 Dicembre 2018. L’incontro tra i due avvenne in autogrill dopo la tragedia. Sfera Ebbasta non poteva sapere che il ragazzo che lo aveva fermato non era un semplice fan ma Ugo Di Puorto, uno dei sei ragazzi arrestati per la strage e figlio di Sigismondo, detto Sergio, arrestato nove anni fa per i suoi legami con i Casalesi e attualmente ancora in carcere.

LEGGI ANCHE: Banda di Corinaldo, figlio di boss Casalesi tra i membri arrestati

Stando a quanto riportato dal sito open.online, il diciannovenne si è avvicinato a Sfera Ebbasta dicendogli “Delle bitch di Modena cosa ne pensi, fra’?”. Inoltre, avrebbe aggiunto: “Qui facciamo i soldi mentre voi parlate, parlate”. Il video dell’incontro è statao ripreso e pubblicato sui social proprio da Di Puorto, di ritorno dalla discoteca Lanterna Azzurra.

LEGGI ANCHE: "Ha rubato anche l'oro di famiglia". Parla il patrigno di un capo della baby gang di Corinaldo

Strage di Corinaldo: Sfera Ebbasta

L’incontro in autogrill tra i due è confermato anche dalle carte delle indagini della procura di Ancona impegnata sul caso. Inoltre, alcuni dei giovani indagati, tra cui proprio Ugo Di Puorto, non sapendo di essere intercettato dalla Polizia, definiscono Sfera Ebbasta come un “pagliaccio” e “affamato” perchè prima di recarsi alla Lanterna Azzurra (in cui arrivò in ritardo) si esibì a Rimini.

Nel video postato, Di Puorto si atteggiava a fan del trapper ma, insieme ai suoi compagni di viaggio e crimini, aveva un’opinione molto diversa di Sfera Ebbasta. Di lui diceva così: “Io lo schifo proprio come persona. Ci stavo per litigare in autogrill, lo stavo per bussare quel figlio di put****”.