Strage di poliziotti in Messico: uccisi 14 agenti

strage poliziotti messico

E’ di almeno 14 morti il bilancio di un’imboscata avvenuta nello stato messicano di Michoacan, come comunicato dal ministro della Sicurezza, ad opera di un comando armato. “Quattordici poliziotti sono morti nell’attacco verificatosi nella città di Anguilla” hanno precisato le autorità su Twitter. Stando alle prime informazioni circolanti, l’attacco sarebbe avvenuto mentre gli agenti erano impegnati in un’operazione di ordine pubblico.

Strage di poliziotti in Messico

“Denunciamo l’aggressione a elementi della polizia di Michoacah che si trovavano a eseguire un ordine della giustizia nel comune di Aguilla. In questo momento si stanno portando avanti le azioni di legge per individuare i responsabili” hanno comunicato i responsabili della sicurezza di Stato. Il bilancio, come comunicato su Twitter, è di 14 morti, tutti agenti della Polizia e della forza pubblica.

Indagini in corso

Stando a quanto riferito dai media locali, sul posto sarebbero stati ritrovati messaggi firmati dai narcotrafficanti appartenenti al Cartel Jalisco Nueva Generacion, che potrebbero nascondere una rivendicazione: le autorità hanno sequestrato i messaggi e stanno investigando per fare chiarezza. Il governatore del Michoacan, Silvano Aureoles Conejo, ha assicurato che “non vi sarà impunità” per i responsabili. Lo Stato, d’altra parte, è tra quelli maggiormente colpiti dalla violenza legata alle bande di traffico degli stupefacenti. Il problema della sicurezza resta la principale sfida del governo con a capo Andres Manuel Lopez Obrador. Il dipartimento di Sicurezza ha messo a disposizione le proprie risorse umane e tecnologiche per contribuire alle indagini e individuare i responsabili.