Strage di Samarate, il ritorno a casa di Nicolò Maja: l'unico sopravvissuto

maja
maja

Nicolò Maja può tornare a casa. È stata presa questa decisione da parte della squadra di medici dell’ospedale di Varese che ha seguito il percorso di cura del 23enne, unico sopravvissuto alla furia omicida di suo padre Alessandro Maja, nella strage di Samarate.

Strage di Samarate, il ritorno a casa di Nicolò Maja: l’unico sopravvissuto

Nicolò ha rischiato davvero di non farcela, le ferite riportate soprattutto al cranio erano talmente gravi da far pensare ai medici di non riuscire a salvarlo. Il realtà, Nicolò si è dimostrato più forte di ogni avversità e le sue condizioni cliniche sono andate via via sempre più migliorando. Ad oggi, può considerarsi praticamente guarito e fra poco potrà lasciare l’ospedale per tornare a casa sua. Nelle scorse settimane il ragazzo ha già potuto passare qualche giorno lontano dall’ospedale, restando in compagnia dei suoi nonni materni.

La lotta di Nicolò e il messaggio del Milan

Solo quache settimana fa, avendo saputo che Nicolò è un grande tifoso del Milan, l’allenatore dei rossoneri Stefano Pioli, ci aveva tenuto a far avere un suo messaggio di incoraggiamento al giovane: “Ciao Nicolò. Sappiamo che stai passando un momento delicato ma sappiamo anche che sei molto forte e che reagirai. Ci troveremo presto qui tutti insieme. Forza Nicolò.”