Strage in Canada: 10 persone uccise a coltellate, ricercati due uomini

Strage in Canada: 10 persone uccise a coltellate, ricercati due uomini (Foto Twitter)
Strage in Canada: 10 persone uccise a coltellate, ricercati due uomini (Foto Twitter)

Una vera e propria strage quella avvenuta in Canada, nel Saskatchewan. Dieci persone sono state uccise a coltellate e 15 sono rimaste ferite a James Smith Cree Nation and Weldon, una riserva di nativi americani. La polizia cerca due uomini, Damien Sanderson e Myles Sanderson, dei quali ha diffuso le foto. Il premier canadese, Justin Trudeau, ha definito gli attacchi "orribili e scioccanti".

LEGGI ANCHE: Canada, 10 morti in accoltellamento: è caccia a due uomini

Gli attacchi sarebbero stati sferrati in maniera casuale. La polizia ha chiesto ai residenti della zona di usare la massima cautela e rimanere se possibile in casa.

La polizia canadese ha reso noto di avere rinvenuto "dieci cadaveri in luoghi diversi della James Smith Cree Nation e di Weldon". Lo ha detto la vicecomandante della Royal Canadian Mounted Police, Rhonda Blackmore, in conferenza stampa. "Ci sono anche diversi feriti, 15 dei quali sono stati trasportati in vari ospedali. La polizia sta investigando in molte scene del crimine", ha aggiunto.

LEGGI ANCHE: Strage in Canada. Ricercati due uomini che hanno ucciso dieci persone

La polizia sta cercando due persone sospette, di cui ha diffuso generalità e identikit: si tratta di Damien Sanderson, 31 anni, e Myles Sandersos, 30 anni, entrambi con capelli neri e occhi marroni, in fuga forse a bordo di una Nissan Rogue nera. La relazione tra i due non è ancora chiara. Le ricerche sono state avviate mentre a Regina sono arrivati migliaia di fan per una tradizionale partita di football del Labor Day tra i Saskatchewan Roughriders e i Winnipeg Blue Bombers.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Canada e Germania: alleanza transatlantica per l’idrogeno

L'allerta è stata estesa anche alle province limitrofe di Alberta e Manitoba. La polizia ha chiesto ai residenti di queste zone di usare la massima cautela e rimanere se possibile in casa.

Da quanto accertato, gli attacchi sono avvenuti in almeno 13 posti diversi. Secondo gli investigatori, alcune vittime sembrano essere stata colpite a caso, altre di proposito. Ignoto il movente.