Strage a Kabul, un testimone: centinaia di morti nel canale

·1 minuto per la lettura
featured 1486427
featured 1486427

Milano, 27 ago. (askanews) – Queste immagini arrivano da un ospedale di Kabul, dove sono stati ricoverati alcuni dei 200 feriti dell’attentato dell’Isis all’aeroporto in cui sono morte oltre 150 persone. Una strage annunciata che un testimone ricorda così:

“Sono caduto nel canale e ho pensato di essere l’unico ancora vivo lì. Ho visto che le altre persone erano morte. Ci saranno state 300 persone morte nel canale”.

L’uomo, che faceva l’interprete per i britannici, era fra le centinaia di persone che affollavano la zona dell’Abbey Gate, una delle entrate principali dell’aeroporto dove il kamikaze si è fatto esplodere. Il canale a cui fa riferimento è un canale di scolo che costeggia l’aeroporto e dove le persone aspettano che qualcuno li faccia entrare.

Altri testimoni hanno riferito che l’acqua era piena di corpi e sangue subito dopo l’attentato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli