Strage Linate, Delpini: tragedia non alimenti solo rabbia

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 8 ott. (askanews) - "Noi siamo qui in questo posto così significativo, così segnato dallo strazio e dal convenire per condividere, perché non vogliano che i capricci e le favole cancellino il ricordo di tante vittime, che la tragedia alimenti solo rabbia e risentimento. Desideriamo invece lasciarci illuminare dalla parola di Dio per distinguere quello che è importante da quello che non vale niente, anche se fa tanta impressione". Lo ha detto l'arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini, durante la celebrazione eucaristica, presso il Bosco dei Faggi al Parco Forlanini, per il ventesimo anniversario dell'incidente aereo di Linate, nel quale persero la vita 118 persone.

"Nei tempi dei capricci e delle favole i prodotti da vendere e da comprare occupano i pensieri più della vita e della morte, l'animo delle persone si riempie di puntigli, di ambizioni, invidie e mormorazioni e non trovano modo di fare entrare la preghiera, la compassione, la magnanimità e la sapienza" ha aggiunto l'arcivescovo. "Chi ha sofferto non cerca un rimedio palliativo, ma una verità che aiuti a vivere e una sapienza che dia il gusto del bene e il disgusto del male" ha continuato.

"Nei giorni dell'angoscia e della paura il pensiero si confonde, le parole diventano proteste, gli altri diventano fantasmi, la visione del mondo è cupa, e noi siamo qui perché la parola di Gesù guarisca l'angoscia. Noi vorremo abitare giorni benedetti da Dio, anche quelli tragici. La benedizione non è una bacchetta magica che soddisfa le pretese di ciascuno, ma fedeltà di Dio all'alleanza, dono dello Spirito, rende possibile la speranza anche nella tragedia, viviamo in Dio e Dio in noi" ha concluso Delpini.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli