Strage mormoni in Messico, 13enne eroe ha salvato 6 fratelli

webinfo@adnkronos.com

E' un ragazzino di 13 anni, Devin Longford, l'eroe che ha salvato sei dei suoi fratelli dopo l'agguato in cui sono morti tre donne e sei bambini di una comunità di mormoni in Messico. A raccontarlo su Facebook è stata una sua parente, Kendra Lee Miller. 

Le vittime viaggiavano a bordo di tre auto. Devin si trovava con la madre Dawna Longford, che è stata uccisa con due dei suoi figli. Il 13enne è riuscito a fuggire con sei dei suoi fratelli e li ha fatti nascondere nei cespugli. Poi ha camminato per sei ore, lungo un percorso di 23 chilometri, per raggiungere la sua comunità mormone a La Mora e dare l'allarme. Una sorellina, Mackenzie, 9 anni, non ha però resistito all'attesa e si è messa in marcia non vedendo tornare Devin. E' stata ritrovata più tardi dai soccorritori, dopo aver vagato molte ore da sola al buio.Quando Devin è arrivato a La Mora, vicino Sonora, i membri della comunità si sono armati e volevano partire subito alla ricerca. Ma hanno aspettato rinforzi prima di partire perché da ore si sentivano rumori di sparatorie sulle montagne. Sono stati poi loro a trovare vittime e sopravvissuti. 

A bordo delle altre auto partite lunedì mattina da la Mora c'erano tre donne con i loro 14 figli. Una doveva andare a prendere il marito all'aeroporto di Phoenix in Arizona, le altre due erano dirette a Chihuahua per vistare dei familiari. Cinque vittime si trovavano a bordo di una sola auto: Rhonita Maria Miller, 30 anni e i suoi figli Howard, 12 anni, Krystal, 10 e i gemelli Titus e Tiana di otto mesi. Dopo l'assalto armato la loro auto è stata data alle fiamme.Le altre due auto sono state assaltate a dieci chilometri di distanza. Dawna Longford, 43 anni, viaggiava con nove figli, e Christina Langford Johnson, 29 anni, con la figlia Faith di nove mesi. Secondo quanto raccontato su Facebook dalla Miller, gli assalitori hanno sparato alle due auto da davanti. Christina è scesa con le mani alzate, dicendo che c'erano donne e bambini, ma è stata crivellata da proiettili. Sua figlia Faith è stata ritrovata miracolosamente viva quando i famigliari sono arrivati undici ore dopo.