Strage in prefettura a Parigi, killer si era convertito all'Islam

webinfo@adnkronos.com

E' salito a cinque il numero dei morti nell'aggressione a colpi di coltello nella prefettura di Parigi. Lo scrive Le Parisien, citando diverse fonti, secondo cui le vittime sono l'assalitore, ucciso dalla polizia, ed altre quattro persone, tre uomini e una donna.

L'aggressore un 45enne, nato a Fort-de-France nel 1974 e portatore di un leggero handicap di sordit. L'uomo, che aveva lavorato 20 anni al servizio informatico, ha attaccato cinque persone, uccidendone quattro, prima di essere lui stesso ucciso da un poliziotto. L'attacco avvenuto nei locali della direzione intelligence della prefettura di polizia (Drpp) dove lavorava come agente amministrativo. Stando a quanto reso noto da Bfmtv, il 45enne si era convertito all'Islam 18 mesi fa.

Secondo Le Figaro, che cita una fonte di polizia, potrebbe essersi trattato di un delitto passionale. L'uomo avrebbe infatti aggredito una sua collega, un'agente del settore amministrativo della prefettura di Parigi. L'aggressore, secondo quanto riferito, avrebbe poi perso il controllo iniziando a colpire chiunque si trovasse vicino a lui. Al momento la moglie in stato di fermo.