Strage via D'Amelio, indagato a Caltanissetta medico di Riina

Xpa

Palermo, 3 ott. (askanews) - C'è un nuovo indagato nell'inchiesta della Procura di Caltanissetta sulla strage di via D'Amelio in cui morirono il giudice Paolo Borsellino e cinque agenti di scorta. Si tratta di Antonino Cinà, il medico di Totò Riina che avrebbe avuto un ruolo chiave nella consegna a Vito Ciancimino del cosiddetto "papello", il documento contenente le condizioni poste dal capo dei capi di Cosa nostra per porre fine alla stagione delle stragi.

Cinà, nell'aprile del 2018, è stato già condannato a 12 anni nel processo sulla trattativa Stato-mafia .   La procura nissena aveva presentato richiesta d'archiviazione al gip Valentina Balbo che l'ha però rigettata fissando per il prossimo 28 ottobre un'udienza per discutere del caso.