“Strange world”, ecologia e famiglia nel nuovo cartone Disney

featured 1673343
featured 1673343

Roma, 21 nov. (askanews) – Ci sono le difficoltà del rapporto padre-figlio e le avventure di un’intera famiglia in un ambiente popolato da fauna e flora insolita e colorata nel nuovo film Disney “Strange world. Un mondo fantastico”, nei cinema dal 23 novembre. Il film d’animazione di Natale, con un forte messaggio ecologista, ha per protagonista una famiglia di esploratori, i Clade: il nonno avventuriero impavido, il figlio contadino pacificato, il nipote, innamorato di un coetaneo, con tanta voglia di esplorare l’universo. Tre generazioni in un viaggio al centro della Terra che svela un universo naturale sorprendente. Un viaggio in cui ognuno definirà se stesso e il proprio percorso anche grazie al conflitto con chi lo ha preceduto.

“Strange world” è stato presentato a Roma dal regista Don Hall, già premio Oscar per “Big Hero 6”, dallo sceneggiatore Qui Nguyen e dal produttore Roy Conli.

Il regista ha spiegato: “Una delle cose che ho cercato di fare è raccontare una storia in cui sembra ci sia un conflitto tra l’uomo e la natura ma ad un certo punto tutto si capovolge: uomini e natura collaborano per salvare il mondo. Perché credo che è ciò che dovremmo fare tutti, imparare a vivere nella natura e collaborare per assicurare un futuro alle prossime generazioni”.

Il produttore ha affermato: “Con questo film loro hanno affrontato i tre conflitti classici del dramma: l’uomo contro l’uomo, l’uomo contro la natura, l’uomo contro se stesso. Ecco perché credo che il film non sia solo estremamente divertente ma anche drammatico, e credo che dopo averlo visto si possa riflettere su quanto è straordinario”.