Strasburgo, Verhofstadt attacca: Conte burattino Di Maio-Salvini

Vep

Roma, 12 feb. (askanews) - "Mi fa male vedere la degenerazione politica dell'Italia che non è iniziata ieri ma venti anni fa, l'Italia è passata da paese fondatore a fanalino di coda dell'Unione. Tutto è cominciato non con Conte ma con il malgoverno sotto Berlusconi. Il malgoverno è peggiorato sotto il vostro governo, sotto Salvini e Di Maio, i veri capi di questo govenro". Con queste parole Guy Verhofstadt, capogruppo dei liberali di Alde, ha attaccato durante il suo intervento in aula a Strasburgo il governo italiano davanti al premier Giuseppe Conte.

Un governo "antieuropeo e apertamente odioso verso altri stati della famiglia europea, un governo che ha impedito all'Ue di essere unita verso Maduro", ha attaccato Verhofstadt. "Per quanto tempo ancora presidente Conte sarà il burattino mosso da Salvini e Di Maio?", ha concluso Verhofstadt, ricordando anche nel suo discorso Giorgio Napolitano come "un grande europeo". Parole che hanno suscitato reazioni in aula tanto che il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ha preso la parola per ricordare che "il mio partito non appoggia questo governo ma questo non è un dibattito sul governo italiano bensì sul futuro dell'Europa".