In streaming il film horror con protagonista Hugh Jackman

·3 minuto per la lettura
Van Helsing: trama, cast e recensione dell’horror su Netflix
Van Helsing: trama, cast e recensione dell’horror su Netflix

Disponibile in streaming su Netflix l‘horror action Van Helsing (Stephen Sommers, 2014) con protagonista Hugh Jackman nei panni dell’omonimo personaggio del romanzo Dracula di Bram Stoker.

Trama di Van Helsing

Nel 1888 in Transilvania il dottor. Frankenstein da vita al suo mostro scatenando l’ira dei popolani del villaggio che attaccano il suo castello.

Dracula (Richard Roxburgh), fornitore della tecnologia per la creazione del mostro, piomba nel castello dicendo che vorrebbe utilizzare il mostro per i suoi scopi loschi e, sentendo il rifiuto del dottore, lo uccide.

Dopo un anno una setta di cavalieri templari della Città del Vaticano invia Gabriel Van Helsing (Hugh Jackman) per uccidere il vampiro e liberare quelle terre dal male. In suo aiuto vengono il frate novizio Carl (David Wenham) e la bella, quanto letale, Anna (Kate Beckinsale).

Prima di affrontare il potente Dracula e le sue tre mogli, il cacciatore Van Helsing dovrà affrontare altri pericoli e creature mitologiche fra cui lupi mannari, esseri umani vampirizzati simili a zombie e il mostro di Frankenstein.

Il cast di Van Helsing

Nei panni del cacciatore di vampiri Van Helsing la star australiana Hugh Jackman, conosciuto presso il grande pubblico per la sua interpretazione del mutante Wolverine nella saga X-Men.

Nella sua carriera ha interpretato il ruolo di protagonista in molti film di successo come The Fountain (Darren Aronofsky, 2006), Australia (Baz Luhrmann, 2008), The Prestige (Christopher Nolan,2006) e Les Miserables (Tom Hooper, 2012).

Con quest’ultimo ruolo ottiene il plauso della critica internazionale suggellata dalla vittoria di un Golden Globe e una nomination al premio Oscar.

Protagonista femminile è l’attrice britannica Kate Beckinsale, nota principalmente per i suoi ruoli da protagonista nella famosa serie di blockbuster horror e action Underworld e per aver lavorato con il regista Martin Scorsese nel film Aviator (2004), dove recita accanto a Leonardo Di Caprio.

Nei panni di Dracula l’attore australiano Richard Roxburgh visto in film come Mission: Impossibile II (John Woo, 2000) e Mouline Rouge! (Baz Luhrmann, 2001).

Recensione di Van Helsing

La pellicola prodotta e distribuita nei cinema da Unviersal Studio, casa divenuta famosa nella storia del cinema per la trasposizione dei più grandi classici horror tra gli anni ’30 e ’40, è un chiaro omaggio sia al cinema horror classico che alla propria storia societaria.

Non è un caso che il film cominci in bianco e nero con uno stile fotografico molto vicino a quello dei film dell’orrore classici come Frankenstein (James Whale, 1931), Dracula (Tod Browning, 1931) e L’uomo lupo (George Waggner, 1941).

Non è un caso che tutti questi appaiano all’interno del film, ma rivisitati in una salsa più vicina al cinema d’intrattenimento moderno fatto di uso massiccio della CGI e un montaggio repentino che non annoia mai lo spettatore.

La stessa operazione di modernizzazione viene fatta sulla figura di Van Helsing, che più che un cacciatore di mostri assomiglia ad un vero e proprio supereroe che oggi starebbe benissimo nell’universo cinematografico Marvel.

Un film in cui gli effetti speciali oggi paiono inefficaci ma che tuttavia riesce ancora a divertire con la sua anima rumorosa e action, tipica del blockbuster americano, ma con ammiccamenti anche al cinefilo più attento che riconoscerà nel film varie citazioni provenienti dai cult horror più famosi della storia del cinema.