Streaming illegale, oscurati 1,5 milioni di utenti: 45 indagati

·1 minuto per la lettura
featured 1332419
featured 1332419

Roma, 14 mag. (askanews) – Quarantacinque indagati e una raffica di perquisizioni: sequestrati materiale informatico, server e dispositivi illegali utilizzati per le connessioni e le attività di diffusione dello streaming. E’ il bilancio della vasta operazione condotta della polizia postale nell’ambito di un’inchiesta della procura di Catania contro la pirateria audiovisiva.

I provvedimenti sono stati eseguiti in diverse città; smantellata una complessa infrastruttura criminale che operava a livello nazionale, responsabile della diffusione via web del segnale illegalmente captato di numerose piattaforme di contenuti televisivi a pagamento come Sky, DAZN, Mediaset e Netflix etc. Circa 1.500.000 gli utilizzatori che pagavano 10 euro al mese, generando un volume d’affari per la criminalità pari a 15.000.000 di euro al mese con un enorme mancato introito per i fornitori dei servizi a pagamento.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli