Stress post-traumatico: i disturbi e le conseguenze

Stress post-traumatico: i disturbi e le conseguenze

Lo stress post-traumatico si manifesta in conseguenza ad un trauma che si é subito da piccoli o durante l’adolescenza ed é curabile con i farmaci solitamente.

Stress post-traumatico: i sintomi

I sintomi che si possono avere e più diffusi sono:

1) Brutti ricordi che ci facciano pensare al trauma

2) Brutti sogni riguardanti il trauma

3) Agire o sentire un qualcosa come se il trauma si ripresentasse nuovamente

4) Difficoltà nel concentrarsi

5) Fatica ad addormentarsi

6) Cercare di evitare e allontanando brutti ricordi

7) Evitare di stare in mezzo le persone e difficoltà nel relazionarsi con gli altri

8) Non saper ricordare l’evento del trauma

9) Essere convinti di un qualcosa che non esiste ad esempio che non potete fidarvi di nessuno

10) Stati emotivi tipo la paura

Questo stress post-traumatico viene anche accompagnato da:

1) Depressione

2) Panico e paura di relazionarsi agli altri

3) Utilizzo di sostanze stupefacenti

Persone che soffrono di questi disturbi a volte tornano in sé nel giro di 12 mesi senza aver bisogno di uno psichiatra però hanno bisogno di curarla con i farmaci e si altera anche il sistema nervoso e questo vi blocca facendovi avere brutti sogni legati al trauma successo.

Le conseguenze

Avendo questo disturbo é possibile che si soffra di ansia e non si riesca a dormire. Per questo é bene andare da uno psicologo che analizzerà il quadro clinico e prescriverà il farmaco più adatto a voi come ad esempio un antidepressivo.

Dovrete quindi affrontare insieme ad uno psicoterapeuta un percorso che vi aiuterà nella quotidianità a:

1) Reintegrarvi nella vita sociale

2) Ad avere più fiducia in voi stessi

3) Rilassarvi

4) Fare in modo da non avere un’altra ricaduta

Una tecnica molto usata é quella di farvi prendere fiducia mettendovi davanti a ricordi e situazioni che possano farvi venire in mente il trauma portandovi ad affrontarli insieme quindi é per questo che di darà delle cose da fare in casa così da aiutarvi a ricordare il vissuto e a migliorare, però questo avverrà piano piano.

Facendovi chiudere gli occhi dovrete raccontare il dramma vissuto come se aveste ancora la scena davanti, poi lo psiterapeuta vi aiuterà a superare il modo negativo che avete di pensare facendovi riacquistare la fiducia in voi stessi.

Il metodo che vi porterà a rilassarvi sta nel farvi respirare profondamente e questo sarà basato sul farvi ricordare la situazione che vi ha portato a questo stress. Il tauma subito può essere la perdita di un nostro caro o altro… Questo vi porterà a lavorare sul problema e rimetterli in memoria così da essere più positivi trasformando questi brutti ricordi in un motivo in più per riprendere in mano la nostra vita.

Un’altra terapia é quella di aiutarvi ad avere pensieri più positivi facendo in modo da farvi riprendere il normale funzionamento della memoria così da portarvi a mogliorare la vostra vita.

La terapia sensomotoria invece vi aiuterà attraverso il corpo a rielaborare il vostro stato di influenza negativa e facendovi così sentire più rilassati con voi stessi e rimettere la memoria in buono stato.

La durata del percorso terapeutico dipende da voi e da quando sarete pronti ad affrontare la vita da soli uscendo completamente da questo disturbo… Tutto dipende da persona a persona… Possono essere ncessari pochi incontri o si può arrivare anche a 12 mesi di terapia.

Più sarà grande il problema e più durerà la terapia, sta a voi impegnarvi nell’affrontare il problema ed uscire il prima possibile per evitare così di vivere male o di pensare che il trauma possa ritornare.

Seguendo la giusta terapia e con l’aiuto di esperti si imparerà a convivere con i brutti ricordi del passato però facendo in modo che questi non diventano una minaccia per il nostro quieto vivere tornando così alla normalità di tutti i giorni e allontanando tutte le negatività e le paure che vi assillano da tempo!!