Stretta agli stabilimenti balneari senza misure anticontagio

·2 minuto per la lettura
Il lido Sottosopra Beach, a Diamante (CS)
Il lido Sottosopra Beach, a Diamante (CS)

Permessi assenti e mancanza delle elementari norme anti Covid in un lido in Calabria, è ormai guerra aperta alle discoteche e agli stabilimenti balneari che non rispettano i protocolli anticontagio in Italia. Dopo la chiusura di una famosa discoteca di Misano Adriatico, nel Riminese, la tolleranza zero delle amministrazioni locali e le autorità competenti arriva in Calabria. Nella splendida Diamante – uno dei paesi più dipinti d’Italia e località turistica di prim’ordine dell’Alto tirreno cosentino nota come ‘La perla del Tirreno’ – ieri 9 agosto è addirittura intervenuto l’esercito per chiudere un lido molto noto in zona”trasformato in una discoteca a cielo aperto,” come ha fatto sapere il primo cittadino nonché senatore di Italia Viva, Ernesto Magorno che ha lamentato come in quel lido “ si stavano gravemente contravvenendo le regole di distanziamento sociale anticovid». Questa volta è toccata a un lido, ma nel luglio scorso erano scattati i lucchetti anche per una discoteca catanese senza norme anticovid.

Norme anticovid, chiuso lido- discoteca

I militari dell’Esercito italiano – dislocati nel borgo calabrese grazie al programma Strade sicure– hanno risposto al richiamo da parte del sindaco di Diamante, che così racconta la presa di posizione della sua amministrazione nei riguardi di uno stabilimento balneare sito nella frazione rivierasca di Cirella che, oltre alla mancanza dei permessi, trasgrediva palesemente le norme anticovid in spiaggia: “Il vicesindaco Pino Pascale, accompagnato dagli agenti di polizia locale, da alcuni militari dell’Esercito attualmente impegnati sul territorio, costatata oltre la violazione delle norme, l’assenza dei regolari permessi, hanno provveduto a sgomberare il lido di cui domani (oggi 10 agosto, n.d.r.) disporremo la chiusura. Non transigiamo sul rispetto delle norme anticovid, in questo caso palesemente violate”. Secondo le dichiarazioni del sindaco di Diamante, il lido incriminato sarà chiuso entro la giornata di oggi, 10 agosto.