Stroncata da un ictus mentre va all'altare: era incinta di 6 mesi. Salva la bambina

Jessica Guedes. Fonte: Facebook


E' morta pochi istanti prima di arrivare all'altare, Jessica Guedes, a causa di un ictus che le ha stroncato per sempre la vita, lasciando improvvisamente single il suo futuro sposo.

Secondo quanto riportato dal Mail Online, la tragedia è successa a San Paolo, in Brasile. Jessica aveva 30 anni e faceva l'infermiera. Il suo fidanzato, 31, il pompiere. La donna ha cominciato a sentirsi male sulla limousine verso la chiesa.



"Ero preoccupato perché l'aspettavo sull'altare e stava impiegando tanto tempo per entrare. Una sua cugina è corsa e mi ha detto che era svenuta. Ho aperto la portiera della macchina e lei era sdraiata ma ha ripreso conoscenza per parlare con me. 'Baby, sono qui'. Ha risposto che tutto andava bene, ma che aveva un forte dolore alla parte posteriore del collo. In quel momento, sono diventato un soccorritore, come lo sono stato per sette anni con i Vigili del Fuoco. L'ho portata fuori dalla limousine, ho iniziato il primo soccorso e ho chiesto aiuto ai miei amici pompieri che erano lì come ospiti", ha raccontato il fidanzato alla rivista brasiliana Crescer Magazine.

La gravidanza al sesto mese

Come hanno confermato i medici, Jessica soffriva di preeclampsia o gestosi, una sindrome caratterizzata dalla presenza, singola o in associazione, di sintomi come l'edema, proteinuria o ipertensione in una donna gravida. Jessica era infatti al sesto mese di gravidanza.

Sarebbe questa sindrome ad averle causato il malessere durante il viaggio in limousine e poi l'ictus.



Il parto dopo l'ictus: la bambina è salva

Jessica è stata portata d'urgenza all'ospedale, dove i chirurghi sono stati costretti ad effettuare un taglio cesareo per salvare la vita della bambina di 29 settimane che portava in grembo. Jessica è deceduta subito dopo l'operazione. La neonata, che quando è nata non pesava neanche 1 kg, rimarrà in ospedale per altri due mesi, sotto osservazione.