Studente Lazio produceva green pass falsi

E' uno studente del Lazio il cervello italiano di una rete italiana di Hacker che produceva green pass falsi. A far scattare le indagini della Polizia Postale una modella genovese che dopo aver inviato documenti e 150 euro, aveva atteso invano il certificato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli