Studentessa 25enne picchiata dal fidanzato e obbligata a vendere droga

·2 minuto per la lettura
picchiata dal compagno Salerno
picchiata dal compagno Salerno

Picchiata dall’ex compagno, obbligata a vendere droga e costretta a guardarlo mente aveva rapporti con un’altra donna: è successo in provincia di Salerno. Lo scorso febbraio una studentessa 25enne aveva denunciato quanto subito per mano dell’ex compagno e lo aveva fatto arrestare. A distanza di cinque mesi, la ragazza ha confermato le accuse in Tribunale. Dopo l’orribile notizia della violenza sessuale su tre minorenni in Campania, c’è un’altra vicenda macabra e perversa che suscita ribrezzo e indignazione: a finire in manette è un uomo di 10 anni più grande. Si tratta di un 35enne di Nocera Inferiore, in passato già finito nei guai per droga.

Picchiata dall’ex compagno a Salerno: la denuncia

In seguito alle denunce esposte a inizi 2020, con le quali la ragazza spiegava di essere stata sequestrata dall’ex compagno in un appartamento di Pagani (Salerno), la giovane studentessa aveva fatto arrestare il 35enne.

La ragazza ha descritto le violenze quotidiane che era costretta a subire. Una violenza sistematica per mano dell’uomo che credeva di amare e dal quale sperava di ricevere amore. Proprio l’uomo che avrebbe dovuto starle vicino e proteggerla, è stato l’artefice di tutti i suoi mali. Dalle spiegazioni della studentessa salernitana, l’uomo in più occasioni l’ha picchiata, anche con una padella. Le umiliazioni e le violenze psicologiche erano all’ordine del giorno.

La 25enne, inoltre, è stata costretta a seguirlo in un locale per scambisti. In quell’occasione, lei si è rifiutata di avere rapporti sessuali con altre persone. Così il compagno ha obbligato la donna a guardarlo mentre aveva rapporti con un’altra. La studentessa campana, inoltre, era stata anche costretta a spacciare stupefacenti insieme al suo aguzzino, nascondendo del crack nel reggiseno.

Le denunce della ragazza, presentate a febbraio 2020, hanno permesso l’arresto del 35enne. Quest’ultimo però, solo 10 giorni prima, era finito in manette insieme a un altro uomo. Le forze dell’ordine avevano trovato i due in possesso di 20 dosi di cocaina. Tuttavia, presto li hanno scarcerati e sottoposti all’obbligo di dimora con permanenza notturna.

Il ragazzo si è preso gioco di lei, della sua sensibilità e fragilità: la 25enne, infatti, in Tribunale ha spiegato di aver accettato di trasferirsi con il fidanzato in un appartamento di Pagani, abbandonando così una comunità di Salerno dove era in cura per “depressione affettiva”. Presto, tuttavia, la situazione è diventata completamente fuori controllo.

Il soccorso della ragazza

Oltre alle continue violenze, l’uomo aveva tolto alla ragazza il cellulare, per impedirle di chiedere aiuto. Poi il sequestro nell’abitazione. L’avvocato della giovane ha contattato Carabinieri e Vigili del Fuoco, i quali hanno così potuto salvare la giovane donna.

La 25enne, infatti, era riuscita a chiedere aiuto al legale approfittando dell’assenza del fidanzato.Quest’ultimo, distrattamente, si era allontanato da casa senza portare con sé il telefono.