Studentessa costretta a scendere dal treno dopo aver starnutito

·2 minuto per la lettura
ragazza brasiliana fatta scendere dal treno
ragazza brasiliana fatta scendere dal treno

Una studentessa brasiliana di Prato starnutisce sul treno e nonostante porti la mascherina (e in possesso di regolare titolo di viaggio) viene fatta scendere dal treno da una persona in divisa non ancora identificata dopo l’accusa di “portare il virus”

Brasiliana starnutisce: “porti il virus”

Il condizionale è d’obbligo in quanto per il momento il racconto di quanto accaduto avviene unicamente da una fonte ovvero il padre della ragazza protagonista suo malgrado di questo spiacevole episodio. Se confermato sarebbe piuttosto grave considerato che la giovane è stata fatta scendere dal treno da una persona in divisa che da quanto si apprende non era il capotreno. Ma andiamo con ordine.

Da quanto riportano le fonti – che hanno ripreso il racconto che il padre della ragazza ha affidato a un giornale locale e con una lettera a Trenitalia – il fatto sarebbe accaduto questa mattina sul regionale veloce partito dalle 7,12 da Prato centrale e diretto a Firenze.

Una ragazza di origine brasiliana che si trova sul convoglio, indossando regolarmente la mascherina (e dopo aver misurato la temperatura che era nella norma) starnutisce per due volte. Questo scatena la reazione di una donna che – forse facendo fantasiosi riferimenti alla cosiddetta “variante brasiliana” del covid – avrebbe accusato la giovane di portare il virus facendo addirittura riferimenti al colore della sua pelle.

La donna avrebbe aggiunto che sarebbe andata a cercare il capotreno e nel frattempo un addetto in divisa, dopo aver controllato il suo biglietto di viaggio, avrebbe invitato la ragazza a scendere alla fermata più vicina (che nello specifico era Sesto Fiorentino).

In questo modo perdendo del tempo nell’aspettare il nuovo treno che doveva portarla a scuola a Firenze. Ovviamente la giovane è giunta in ritardo presso l’istituto scolastico, probabilmnete scossa per quanto accaduto.

La denuncia del padre

A denunciare il fatto il padre della diciannovenne ;

“Il comportamento del capotreno è inaccettabile, in quanto ha implicitamente cavalcato l’onda xenofoba e discriminatoria della passeggera che, se individuata, sarà oggetto di denuncia penale, e soprattutto ha deciso di allontanare una studentessa che si recava a scuola in base ad una mera discrezionalità, senza neanche preoccuparsi di misurarle la temperatura. È inaccettabile che in un paese democratico possano accadere fatti del genere” ha scritto l’uomo a un giornale locale oltre che a Trenitalia che però ha smentito che si trattasse del capotreno.

La versione di Trenitalia

Il direttore regionale della divisione passeggeri ha contattato il padre della studentessa per riferirgli che il capotreno in servizio era una donna e quindi non poteva trattarsi della persona che ha fatto scendere dal treno la figlia, descritto come un uomo. Ovviamente Trenitalia ha aggiunto che provvederà a identificare la persona in questione dato che indossava una divisa dell’azienda e ha svolto funzioni unicamente riservata al capotreno.