Studentessa del liceo classico ricoverata per meningite: è grave

studentessa ricoverata per meningite

Preoccupano le condizioni di una studentessa del liceo classico Domenico Cotugno dell’Aquila, ricoverata per una meningite di un ceppo ancora da identificare. La ragazza, di 18 anni, si trova nel reparto di Rianimazione dell’ospedale San Salvatore. La prognosi resta riservata.

Studentessa ricoverata per meningite

Gli specialisti del nosocomio diretto dal dottor Franco Marinangeli sono al lavoro per risalire al ceppo della patologia che ha colpito la 18enne e per intraprendere al più presto le cure necessarie alla guarigione. Nella serata di lunedì 21 ottobre, le condizioni della studentessa ricoverata per meningite sono apparse stabili, ma la prognosi resta riservata. Sembra che la ragazza abbia manifestato i primi sintomi mentre era a lezione, la mattina di sabato 19, e che le sue condizioni siano peggiorate nella notte. Il giorno successivo, i familiari hanno lanciato l’allarme e la giovane è stata ricoverata d’urgenza.

Il personale sanitario inoltre ha avviato, nel frattempo, le procedure di profilassi previste dal protocollo. I medicinali sono stati somministrati sia ai familiari della giovane che ai suoi compagni di classe. La dirigente scolastica del liceo Cutugno, Serenella Ottaviano, ha confermato l’attivazione delle misure di prevenzione.

I casi recenti

Poche settimane prima, nella notte tra giovedì 12 e venerdì 13 settembre, una ragazza di 24 anni è morta di meningite a Sassari. Si chiamava Aureliana Del Rio ed era stata ricoverata all’ospedale Santissima Annunziata, nel reparto di Rianimazione, dopo che le sue condizioni erano peggiorate fino a diventare critiche. Il sindaco di Anela, dove Aureliana viveva, ha proclamato il lutto cittadino. Paura anche a Rho, nel milanese, per le sorti di una ragazza di 28 anni colpita da meningite batterica meningococcica. La donna è stata ricoverata in ospedale nella notte di martedì 15 ottobre, dove è stata sottoposta a una prima cura a base di antibiotici. Il peggioramento del quadro clinico ha convinto i medici a trasferirla al nosocomio di Legnano.