Studentessa muore a 19 anni per una meningite fulminante

Studentessa morta meningite fulminante

Tragedia per una studentessa di Villongo (provincia di Bergamo) che è morta a 19 anni a causa di una meningite fulminante. La giovane si è sentita male nella giornata di lunedì 2 dicembre 2019 mentre era in università. Le sue condizioni si sono aggravate nella notte e si è spenta il giorno successivo.

Studentessa morta per meningite fulminante

Dopo aver accusato una febbre molto alta mentre stava frequentando le lezioni alla Cattolica di Brescia, un amico l’aveva portata all’ospedale Civile della città. Le sue condizioni non sembravano inizialmente gravi, ma nella notte si sono fatte più serie per poi degenerare nella mattinata di oggi, martedì 3 dicembre. La studentessa, iscritta alla facoltà di Matematica, è deceduta a causa di una meningite fulminante. Sono in corso gli accertamenti per individuare il ceppo di riferimento. La Procura ha disposto l’effettuazione dell’autopsia sul suo corpo. Intanto è già stata attivata la profilassi antibiotica precauzionale nei confronti dei familiari, di 90 studenti e di altre persone che sono state a contatto con lei negli ultimi giorni. L’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, ha comunque assicurato che non c’è alcun allarme e che la meningite non viene trasmessa per contatto diretto o tramite la presenza nello stesso luogo. Tanti i messaggi di cordoglio comparsi sui social degli amici, sconvolti dall’improvvisa scomparsa di Veronica, diventata 19enne da soltanto una settimana. “Non è possibile che nel fiore della giovinezza questa venga strappata brutalmente!“, “Sempre sorridente, pronta ad aiutare gli altri, di grande cuore“, hanno scritto alcuni. Anche il governatore lombardo Attilio Fontana ha espresso la sua vicinanza e solidarietà nei confronti della famiglia della vittima.