Studentessa muore a 14 anni di overdose: aveva acquistato la droga su Snapchat

La app Snapchat . REUTERS/Dado Ruvic/Illustration


Una ragazza di 14 anni è morta vicino a Liverpool, Inghilterra, dopo aver consumato della droga che aveva acquistato su Snapchat da uno spacciatore poco più grande di lei.

Secondo quanto riportato da the Sun, Bethany Devlin-McCrone, la vittima, avrebbe perso i sensi circa due ore dopo aver assunto la pasticca di MDMA (Ecstasy) lo scorso 24 luglio. Sarebbe stato Connor Parrish, 19 anni, a vendere alla ragazza varie dosi di estasi e cocaina per 30 sterline dopo un accordo raggiunto su Snapchat.

Lo scambio sarebbe avvenuto tramite un conoscente in comune, a cui Bethany avrebbe chiesto di ritirare il pacco per lei.


GUARDA IL VIDEO: Pasticche di ecstasy nascoste nel latte in polvere per bambini


"Sento gli effetti adesso, è fantastico", sarebbe il messaggio che la ragazza ha scritto al suo spacciatore poco prima di morire.

Parrish è ora stato condannato a quattro anni in un centro di detenzione di Liverpool. Nella sua abitazione la polizia ha trovato varie buste di ketamina, cocaina, benzocaina e bilance digitali con tracce di droghe.

Per il giudice che ha stabilito la pena, il ragazzo "ha usato Snapchat come strumento di marketing per la sua operazione di vendita e questo gli ha permesso di raggiungere un ampio numero di clienti". E, soprattutto, gli ha permesso di non essere mai rintracciato, visto che la caratteristica della app è che i messaggi hanno sempre una data di scadenza - da un secondo a 24 ore. Dopodiché, si autodistruggono.


GUARDA IL VIDEO: Un’overdose “accidentale” ha ucciso il musicista Tom Petty