Studenti iraniani di nuovo in piazza contro le bugie sul disastro aereo

 Nuova giornata di proteste in Iran contro il regime di Teheran che ha ammesso l'abbattimento per errore, mercoledì scorso, del volo ucraino sul quale sono morte 176 persone. Un imponente raduno è avvenuto davanti all'Università Beheshit nella capitale dove gli studenti hanno intonato slogan contro il regime. "Il nemico non è l'America, il nemico è qua", si sente in alcuni video diffusi dai social.

Altre manifestazioni sono state segnalate all'Università di Damghan, nel nord dell'Iran e in quella di Isfahan, nel centro del Paese, con slogan contro il leader supremo iraniano, Ali Khamenei: "Le Guardie della rivoluzione uccidono e la Guida suprema li appoggia".