Studenti non partecipano alla Dad: il preside li fa andare a scuola

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
(Getty Creative)
(Getty Creative)

Non si impegnavano nella lezione a distanza e il preside ha deciso di “punirli” facendoli andare a scuola. È successo venerdì 26 febbraio nella scuola media di Casto, nel Bresciano, che sarebbe dovuta essere chiusa perché in zona arancione rafforzato.

Quando i carabinieri sono andati a scuola hanno trovato una quindicina di studenti, regolarmente presenti, come permettono le norme, e altri dieci che avrebbero dovuto seguire la lezione da casa. Il preside ha spiegato agli agenti che alcuni alunni in Dad non partecipavano attivamente alla lezione e sono stati perciò richiamati in classe.

La legge, però, prevede che in zona arancione rafforzato e in zona rossa possano essere fatte lezioni in presenza solo per alunni disabili e per chi non ha connessione Internet. I dieci alunni in più sono stati quindi fatti tornare a casa. I genitori sono stati segnalati al tribunale dei minori perché avrebbero dovuto sorvegliare i figli.

GUARDA ANCHE: Dad, torna la prof Mannino

GUARDA ANCHE: Scuola, Draghi: diseguaglianze con Dad, alle superiori solo 61%