Studio Caritas-Legambiente: così l’inquinamento s’intreccia con le povertà (di V. Cogliati Dezza)

Carlo Renda
·Vicedirettore HuffPost
·1 minuto per la lettura
Woman wearing protective mask in airport, Coronavirus contagion fears concept (Photo: triocean via Getty Images)
Woman wearing protective mask in airport, Coronavirus contagion fears concept (Photo: triocean via Getty Images)

(di Vittorio Cogliati Dezza)

L’Emilia Romagna immersa in un benessere che crea sacche di esclusione. La Campania chiusa nella morsa tra la povertà educativa, i reati ambientali e l’incidenza della mortalità per tumore. Il Piemonte sospeso tra le potenzialità della riconversione ecologica ed un contesto ambientale e sociale in grave sofferenza. L’Abruzzo santuario della natura protetta italiana, ma primo in Italia per disagio abitativo. La Lombardia locomotiva della green economy, ma prima per consumo di suolo e segnata da povertà croniche.

Sono solo alcuni flash che ritroviamo nello studio “Territori Civili – Indicatori, mappe e buone pratiche verso l’ecologia integrale”, presentato oggi da Caritas e Legambiente.

Uno studio pionieristico, che cerca di sostanziare con numeri e storie quell’ecologia integrale proposta dalla Laudato sii di cinque anni fa. Un tentativo di uscire dalle secche dei buoni propositi, in cui rimangono immersi i documenti internazionali, per ancorare a dati e misure il discorso pubblico su giustizia ambientale e giustizia sociale. Un contributo serio alla discussione politica su programmi e priorità.

Il dossier propone alcune risposte a una domanda fondamentale: quali le connessioni tra fragilità ambientali e vulnerabilità sociali? E quali le correlazioni sul fronte delle risorse? Lo fa con un’indagine quantitativa, la prima del genere, a scala regionale, supportata da un’indagine qualitativa che racconta storie e progetti in 12 città, tutte diverse per dimensioni, storia, collocazione. A completare il quadro una zoomata sulle dinamiche avviate dal Covid.

Analizzando lo studio si scopre che le risposte sono meno scontate di quanto ci si potesse aspettare, emergono squarci inaspettati sia sui punti di forza, su cui far leva per dare una prospettiva lungimirante allo sviluppo, sia sulle criticità, che indi...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.