Studio Niguarda, anticorpi Covid su 98% ospedalieri vaccinati

·1 minuto per la lettura
Studio Niguarda, anticorpi Covid su 98% ospedalieri vaccinati
Studio Niguarda, anticorpi Covid su 98% ospedalieri vaccinati

Milano, 11 mar. (askanews) – Il vaccino anticovid di Pfizer ha prodotto anticorpi nella quasi totalità del personale dell’ospedale di Niguarda, con una produzione “elevatissima” nel 62,6 per cento dei casi. Sono questi i primi risultati di un’indagine in corso nell’ospedale milanese in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano.

Francesco Scaglione, direttore del laboratorio di Analisi chimiche e Microbiologia dell’ospedale Niguarda, commenta i primi risultati dello studio clinico, che terrà monitorata la copertura vaccinale a lungo termine con prelievi a 3/6/9 mesi.

“Lo studio Renaissance è volto a valutare la risposta anticorpale sui dipendenti dell’ospedale di Niguarda. Abbiamo valutato fino ad adesso più di 2.400 pazienti con una risposta molto elevata sul 98,4 per cento dei soggetti”.

In particolare, grazie ad un test di laboratorio di ultima generazione, sono stati ricercati e dosati gli anticorpi IgG diretti contro il recettore RBD della proteina Spike, ovvero quella classe di anticorpi neutralizzanti COVID-19 che difendono le cellule dal virus Sars-Cov-2.

“Obiettivo futuro – spiega Scaglione – è continuare questo studio con la valutazione ad un anno, per vedere la durata degli anticorpi e anche per indagare la capacità neutralizzante di questi anticorpi. Così possiamo vedere anche se quell’1,6 per cento che ha risposto meno degli altri ha una capacità neutralizzante”.