Studio: su 20 città con più telecamere di sorveglianza, 18 in Cina -5-

Mos

Roma, 26 lug. (askanews) - Un altro studio di IHS Markit ha spiegato che la Cina entro il 2021 potrebbe aver installato 567 milioni di telecamere, mentre gli Stati uniti 85 milioni. Si tratta di una crescita esponenziale, grazie alla propulsione fornita dallo sviluppo delle tecnologie di riconoscimento facciale. Si tratta, secondo i sostenitori dei diritti civili, di un'evoluzione assai preoccupante, particolarmente in Cina, dove vedono il rischio che tali sofisticati sistemi di individuazione possano essere utilizzate per mettere nel mirino dissidenti e minoranze.